PATENTINO DIGITALE

Il progetto “Patentino digitale” prevede la diffusione nelle scuole secondarie di primo grado di un percorso formativo mirato a condividere competenze digitali, giuridiche, psicologiche, comunicative e comportamentali necessarie a navigare in rete e nei social network con un bagaglio minimo di conoscenze.

http://www.gazzettinodelchianti.it/articoli/approfondimenti/26482/notizie-su-san-casciano/patentino-digitale-media-san-casciano.php#.Xgn2l0dKhPY

Arriva il “Patentino digitale” per l’uso consapevole del web

iniziativa del Corecom della Toscana realizzata in collaborazione con Regione Toscana, Istituto degli Innocenti, Polizia postale e Ufficio scolastico regionale

Il progetto “Patentino digitale” prevede la diffusione nelle scuole secondarie di primo grado di un percorso formativo mirato a condividere competenze digitali, giuridiche, psicologiche, comunicative e comportamentali necessarie a navigare in rete e nei social network con un bagaglio minimo di conoscenze.

Il Comitato toscano per le comunicazioni ha lanciato, primo in Italia, il progetto “Patentino digitale” che coinvolge la Regione Toscana, l’Istituto degli Innocenti e la Polizia postale della Toscana.

L’Istituto degli Innocenti che da molti anni lavora per accompagnare bambini e ragazzi all’uso consapevole di internet e dei social network, di recente ha contribuito a realizzare la campagna di comunicazione “Stop al Cyberbullismo” del Dipartimento per le politiche della famiglia della Presidenza del Consiglio dei Ministri rivolta ai genitori. Fenomeni come cyberbullismo, sexting, groaming che 10 anni fa erano sconosciuti oggi sono temi di attualità ed è doveroso dare ai ragazzi gli strumenti per utilizzare al meglio la Rete.

Il progetto del “patentino digitale” si rivolge alle famiglie, agli insegnanti e agli studenti delle scuole secondarie di primo grado della Toscana. Dopo una fase di sperimentazione, condotta a fine 2019 in tre scuole (Figline Valdarno, Scarperia-San Piero e San Casciano Val di Pesa), a partire dal 2020 prevede la realizzazione di workshop gratuiti per insegnanti, con un modello di formazione “a cascata” che intende estendere il rilascio del patentino ad una platea sempre più ampia di studenti.

Il web e i social sono luoghi che tutti noi frequentiamo ogni giorno, spesso per molte ore, entrando in contatto con persone, notizie, conoscenze, dati. Navighiamo in rete “a vista”, senza che nessuno ci abbia spiegato le regole, i rischi, le conseguenze dei nostri comportamenti. Un po’ come guidare senza avere la patente. Non che la patente ci protegga di per sé dai possibili rischi che troviamo sulle strade, ma certifica che per guidare abbiamo avuto una formazione – pur breve e limitata – per acquisire un bagaglio minimo di conoscenze utili a muoverci con consapevolezza. Il patentino digitale, allo stesso modo, ha l’ambizioso obiettivo di fornire agli adolescenti che si affacciano al mondo del web e dei social, un percorso formativo essenziale su alcune delle competenze necessarie a navigare con consapevolezza e responsabilità. Otto ore di formazione, seguite da un test finale, al termine del quale si ottiene il patentino digitale. Il tutto, preceduto da incontri con gli insegnanti e le famiglie, per inserire il percorso in un contesto preparato ad accogliere una riflessione che inevitabilmente coinvolgerà tutto l’ambiente di vita degli studenti.

Potrebbero interessarti anche...